La Danza per i bambini

Ago 23, 2016   //   by Chiara Quartu   //   Danza Cagliari Blog, Danza classica  //  No Comments

danza bambini chiara quartu cagliariFinite le vacanze estive, ecco che si ricomincia: suona la campanella e i nostri bambini iniziano con la scuola e con le altre attività! Ma quale attività scegliere?

Se decidete  di avviare i vostri bambini alla danza classica, ecco a voi alcune indicazioni e qualche consiglio.

L’approccio alla danza deve essere proposto ai bambini in modo adeguato alla loro età, ossia nel rispetto di quelli che sono  i canoni di apprendimento e di comunicazione che accompagnano lo sviluppo del bambino. Mai forzare le tappe o sbagliare il registro didattico/motorio, pena il disinteresse o, peggio ancora, il rifiuto perenne della danza da parte dei nostri piccoli.

Cha fare quindi, per evitare di stroncare sul nascere quella che potrebbe invece diventare una grande passione e regalare ai nostri figli una sana crescita culturale ed  artistica, oltre ad un equilibrato  sviluppo fisico-motorio?

Sicuramente la prima cosa è tener conto non solo dell’età del bambino, ma anche delle sue peculiarità fisiche e attitudinali, per l’individuazione della classe più adatta in cui essere inserito.

Accade spesso che lo sviluppo fisico, la coordinazione e la padronanza del corpo, pur a pari età, siano diverse da bambino a bambino, il che implica la necessità di inserimento in classi diverse.

È importante che i genitori non vivano questo fatto in negativo, bensì in positivo, in quanto espressione della professionalità dell’insegnante. L’insegnante infatti in questo modo personalizza l’intervento didattico  tarandolo sul bambino per rispettarne i ritmi di crescita, onde non danneggiarlo fisicamente e per non precluderne le chance future dal punto di vista artistico.

È comprensibile quindi quanto sia importante l’individuazione non solo di una buona scuola di danza classica, ma soprattutto di una maestra preparata o qualificata.

I corsi di danza classica per i bambini iniziano sempre con la Propedeutica, in genere rivolta ai bambini a partire dai 5-6 anni.

Tali corsi sono importanti perché consentano all’insegnante di valutare le capacità del bambino, per  aiutarlo a sviluppare al meglio le proprie doti, sia dal punto di vista fisco-motorio che artistico-interpretativo, in modo da traghettarlo verso quello che sarà il vero studio della danza classica che inizierà nei corsi successivi.

L’insegnante con la scelta di musiche ben studiate proporrà esercizi didattici mirati con i quali svilupperà sotto forma di gioco, musicalità, senso del ritmo e coordinazione motoria. Suggerirà inoltre spunti creativi attraverso i quali il bambino svilupperà le proprie doti espressive e interpretative, fondamentali per  l’indispensabile crescita artistica.

Il bambino sarà così pronto per essere poi inserito in modo graduale e senza traumi nei successivi corsi di tecnica accademica.

Buona danza a tutti! 🙂

Leave a comment

*